Ultime notizie dal Blog di Copyr

Le piante ornamentali

Le piante acquatiche

pubblicato il 26.05.2017

Fioriscono in questo periodo le piante acquatiche dei laghetti: ninfee (Ninphea, genere Nymphaeaceae) e fior di loto (Nelumbo, genere Nelumbonaceae). Sono piante che hanno la caratteristica di vivere con le radici e il gambo immerse in acqua, assorbendo nutrienti dal fondo dei laghetti. Le loro foglie, grosse e tonde, hanno una struttura particolare che permette loro di galleggiare sulla superficie dell’acqua, esposte alla luce del sole, necessaria per svilupparsi andando a ricoprire il laghetto quasi interamente. Sono foglie molto belle, dalla superficie verde lucida, robuste e resistenti. Ma la bellezza di queste piante è data in particolar modo dai loro fiori, appariscenti e affascinanti. Si aprono a partire dalla primavera per tutta l’estate. Hanno petali bianchi, rosa o gialli e attraggono numerosi insetti.
Ninfee e fior di loto sono molto simili tra loro; i secondi hanno foglie più grandi e idrofobiche, in quanto ricoperte da uno strato ceroso che le rende tali. Sono portate da piccioli più robusti ed eretti rispetto alle ninfee. I fiori sono molto più appariscenti e profumati, con simile colorazione, e composti da molti petali (una ventina).
Attenzione alle condizioni climatiche: sia ninfee che fior di loto richiedono temperature medio-alte (attorno ai 20°C) per vivere, mentre soffrono le temperature basse invernali.

L'iris

pubblicato il 28.04.2017

La zucca ornamentale

pubblicato il 22.02.2017

Pratiche agronomiche

Oidio sulle rose?

pubblicato il 19.05.2017

Maggio è il periodo di massimo splendore delle rose; è il momento della loro fioritura! I rosai riempiono i giardini di colore e di profumo, creando un’atmosfera da favola.
Le rose sono però piante alquanto delicate, che spesso si ammalano o sono prese di mira da insetti dannosi. Tra le malattie che più frequentemente colpiscono questa pianta, l’oidio (o malbianco) è una delle più diffuse e conosciute. I boccioli e le foglioline più giovani si ricoprono di un sottile strato di muffetta bianca polverulenta; la pianta si indebolisce e va incontro a sofferenza; la sua bellezza viene offuscata dall’attacco di questa malattia. Si tratta di una malattia provocata da funghi, che si sviluppano in condizioni di umidità e temperatura elevate. Per prevenire (o curare) lo sviluppo dell’oidio, è consigliabile eseguire trattamenti con prodotti fungicidi specifici. Somministrate Fungicida Garden spruzzandolo tal quale su tutta la vegetazione con il comodo formato spray; questo prodotto proteggerà la vostra rosa dall’oidio, oltre che da altre malattie fungine (la ruggine ad esempio) per tutta la stagione. Con un minimo sforzo avrete rose fiorite e belle per tutta la stagione!

Trattate i peri contro la ticchiolatura!

pubblicato il 07.04.2017

La Stevia, dolcificante naturale

pubblicato il 26.10.2016

Gli Agrumi

Gustate le ultime arance sanguinelle

pubblicato il 12.05.2017

Le arance, frutti succosi e dolci, ricchi di vitamina C, ci hanno accompagnato per tutto l’inverno, come frutto fresco o spremuto, un vero toccasana! Con la fine della stagione fredda, anche la produzione di arance è giunta al termine. Rimangono solo le ultime varietà tardive, le arance “sanguinelle”, così nominate per il colore del loro succo, rosso porpora, che si ritrova anche sulla buccia, più sottile e pigmentata. Tonde e di pezzatura inferiore rispetto alle altre varietà invernali, le arance sanguinelle sono più ricche in succo e, per questo motivo, molto utilizzate per la spremitura, ma ottime anche gustate a spicchi. Coltivate questa varietà di arancio nel vostro giardino, in una posizione molto soleggiata e riparata. Proteggete la pianta dalle principali avversità che la colpiscono; insetti quali cocciniglie e minatrice serpentina, malattie quali mal secco e gommosi. Consultate l’agronomo a vostra disposizione sul sito internet di Copyr per avere consigli sulla sua coltivazione e cura

Minatrice serpentina degli agrumi

pubblicato il 20.06.2016

Dall'incrocio tra un mandarancio ed un pompelmo otteniamo un..?

pubblicato il 19.02.2016

Il frutteto

Mettete in terra piantine di fragole

pubblicato il 05.05.2017

Vi piacciono le fragole? Sono dolci, gustose e ricche di vitamine. Perché non coltivarle in casa allora? Anche in mancanza di un orto o terreno, è possibile coltivare le fragole in vaso, sul terrazzo, in maniera semplice e poco impegnativa. Questo è il momento giusto di acquistare le piantine, presso un vivaio o centro giardinaggio; disponetele dentro le fioriere sul terrazzo, in posizione soleggiata. Utilizzate un terriccio di tipo universale, fertile e drenante. Bagnatele regolarmente, in base alle condizioni climatiche, ripetendo l’innaffiatura quando il terriccio si asciuga. Aggiungete ogni 15 giorni un fertilizzante specifico per piante da frutto: Fortyl Bontà Bio, in formato liquido o granulare, aiuterà le piantine a produrre frutti più grossi e saporiti.
Le piantine produrranno fragole per tutta la stagione calda: cosa c’è di più buono di una fresca macedonia fatta con le fragole appena colte?

Il melo cotogno

pubblicato il 07.03.2017

Contro il Mal Secco degli agrumi

pubblicato il 07.03.2017

Chiedi all'agronomo

Chiedi un consiglio al
nostro agronomo,
ti risponderà al più presto!

Il servizio è completamente gratuito, puoi effettuare una richiesta o inviarci una foto. clicca qui!

Ultime dal forum di Copyr Giardinaggio

melania sala
26.05.2017
Buongiorno, le mie aromatiche (basilico greco, timo, salvia e menta), in città al sole per ca 6 ore...
Valentina Quinto
25.05.2017
Salve , mio papà ha comprato il vostro prodotto piretro verde ad azione rapida, solo che nessuno no...
paola cacciari
24.05.2017
Buongiorno, ho due peschi che hanno le foglie accartocciate e si seccano, cosa ci posso fare ? Gra...
"Ricordati di..." è un rubrica dedicata interamente a consigli utili per la difesa e la cura delle tue piante. Segui i consigli del nostro agronomo per mantenere le tue pianti belle e forti.
Maggio